Kew Gardens

I Royal Botanic Gardens, che quasi tutti conoscono con il nome più informale di Kew Gardens, sono dei noti giardini londinesi, insigniti nel 2003 come Patrimonio mondiale dell’UNESCO. Siamo qui di fronte a ben 121 ettari di giardini tra Richmond e Kew, nel sud-ovest di Londra, includendo laghi, serre botaniche, sentieri, padiglioni e musei, insieme ad esempi di architettura di Sir William Chambers. Tra le 50.000 piante sono vi troviamo una notevole collezione di felci, orchidee, piante acquatiche, piante grasse, piante di montagna, palme e ninfee tropicali. Ma Kew Gardens, come è noto, non è solo un giardino da vedere e ammirare, ma anche essenzialmente un centro di grande ricerca scientifica a livello internazionale. Sono state quasi 2 milioni le visite del 2008.

Non importa in quale stagione si visiti, Kew ha sempre qualcosa da offrire, dai fiori primaverili fino al primo inverno in calendario. Le attrazioni al suo interno sono di notevole interesse, naturalistico ma anche storico (nasce nel 1759). A Kew Park esiste un giardino esotico da secoli e la Pagoda Cinese (costruita nel 1761), ancora oggi così ben conservata. Il re George III commissionò il lavoro per i giardini del Kew Palace aggiungendovi una 'nursery', un'area apposita per i suoi figli piccoli. Nella metà del secolo XIX i giardini furono 'adottati' dalla nazione aumentando anche di dimensioni (300 acri in più).

Le attrazioni includono un recente restaurato paesaggio giapponese, nonché le esposizioni che variano con la stagione. L'ultimo serra, la Princess of Wales Conservatory (al di là del giardino di pietra), inaugurata nel 1987 dalla principessa Diana, comprende 10 zone climatiche, da aride a tropicali, ed include la collezione più di orchidee in miniatura. La Marianne North Gallery (1882) è un piccolo gioiello, rivestito con 246 diversi tipi di legno che l'artista del periodo vittoriano (che da il nome alla galleria) raccolse nei suoi viaggi mondo; sono stati anche raccolti 832 dipinti di flora esotica e tropicale, tutti appesi ai muri

La struttura nota come Palm House, progettata dall’architetto Burton, nella metà del secolo XIX, fu il primo edificio in ferro battuto e presenta dei riquadri in vetro soffiato a mano. Mentre la serra conosciuta come Temperature House ha il doppio della superficie della Palm House e rimane ancora oggi la più grande struttura in vetro d'architettura vittoriano esistente. Contiene piante e alberi da tutte le regioni temperate del mondo. Kew mantiene la sua reputazione internazionale come banca del seme (co-sponsor della Millennium Seed Bank Project all’interno del Welcome Trust Millennium Building nel Sussex) e come centro di ricerca sulla botanica (in collaborazione con la Harvard University Herbaria e l’Australian National Herbarium).

Ironicamente, la posizione di Kew non si presta sulla carta a condizioni di crescita ideale per le piante (la posizione soffre dell’inquinamento atmosferico di Londra e il terreno rimane spesso asciutto a causa delle precipitazioni “relativamente” basse per alcune culture presenti). Il personale apporto dei migliori coltivatori del mondo e il lavoro svolto per risolvere questi problemi, ha portato ad avere piante di notevole importanza botanica. È da osservare con attenzione la splendida Grande Pagoda, una struttura di 10 piani a pianta ottagonale creata secondo l'architettura orientale. Ogni piano finisce con un tetto sporgente, alla maniera cinese, originariamente ricoperto di piastrelle di ceramica e ornato con draghi di grandi dimensioni; si dice che erano fatti in oro e che furono presumibilmente venduti da Giorgio IV a saldo dei suoi debiti. Durante la seconda guerra mondiale la pagoda fu utilizzata per esaminare l'effetto del movimento di alcuni modelli di bombe (venne scavato un buco nel pavimento di ogni piano, in modo che ogni modello potesse essere lasciato cadere per l’intera altezza dell’edificio). Vicino alla pagoda si trova una copia di una sezione di un tempio giapponese, una copia del Karamon (cancello cinese) di Nishi Hongan-ji a Kyoto. Ciò integra perfettamente la Pagoda e sottolinea la natura un po’ eccentrica (e storica) della sua architettura.

Il ponte Sackler Crossing è un ponte di granito e bronzo, aperto nel maggio 2006 in onore dei filantropi Mortimer e Theresa Sackler. Dopo una completa ristrutturazione nel 1998, il Museo ospita oggi utensili, ornamenti, vestiti, cibo e medicine. L'edificio vicino alla Palm House è noto come "Museo No. 1", che fu progettato da Decimus Burton e aperto nel 1857. Non si manchi di ammirare anche il Cottage Queen Charlotte, regalo di nozze per il matrimonio di Giorgio III.

Kew Gardens rimane una delle celebrazioni più belle del mondo della botanica e rappresenta un’opportunità davvero unica per visitare esemplari di rara bellezza. Insieme con la sua missione per preservare l’ambiente e l’enorme gamma di mostre, Kew porta il visitatore a compiere un’esperienza naturale unica.

 

Direzioni:

Kew, Londra

Metro: District line, fermata Kew Gardens (penultima fermata prima di Richmond, South-West)

 

Argomenti più letti

Voli economici per l'Inghilterra seleziona il tuo aeroporto di partenza dall'Italia o dall'estero e scegli tra decine di compagnie, tra cui Ryanair, Easyjet e tante altre e vola con prezzi super convenienti. Risparmia fino al 50%...